Quanto costa fare pubblicità in radio

La pubblicità al giorno d'oggi è molto importante per farsi conoscere ed apprezzare da un vasto pubblico. Ma bisogna farlo con intelligenza e sfruttando al massimo i mezzi a nostra disposizione.
Esistono ormai moltissimi mezzi che si posso usare per diffondere velocemente un messaggio pubblicitario, internet è certamente quello più usuto e diffuso al momento, ma ce ne è un'alto ancora oggi molto usato e sfruttato: la radio.

Non è infrequente infatti ascoltare tra un brano e l'altro un annuncio pubblicitario, di qualche bibita, giornale, automobile o anche servizi di qualsiasi genere. Molti prediligono questo mezzo perché arriva prima alla gente, ascoltare la voce di uno speaker diventa un modo più caloroso e diretto per trasmettere un messaggio.
Ma la pubblicità in radio non è gratuita, per trasmetterla bisogna pagare. Come tutti i servizi anche usufruire della trasmissione del proprio messaggio pubblicitario in radio ha i suoi costi, bisogna solo capire a questo punto quale è la trafila e quanto bisognerà sostenere per poter trasmette il proprio messaggio pubblicitario in radio.

Perché trasmettere uno spot in radio

Prima di sofermarci ad analizzare i costi, cerchiamo di capire perché si vuole trasmettere una pubblicità via radio. 
Innanzitutto è un mezzo che si presta molto bene a diversi tipi di business, e l'unico ostacolo che si può trovare è solamente la scelta di una strategia comunicativa appropriata e l'emittente giusto a cui affidarci. Per il resto la radio si presta particolarmente bene per la promozione di eventi, offerte e tutte quelle attività che richiedono una diffusione rapida e una comunicazione intensa. 

Diffusione dello spot via internet

Un altro aspetto fondamentale per cui la pubblicità in radio si adatta bene ad una diffusione rapida ed alla portata di tutti è che può essere integrata con l'ausilio di internet. Questo strepitoso mezzo di comunicazione, che ormai è fondamentale nella vita di tutti noi, se usato in modo appropriato garantisce dei risultati strepitosi in fatto di diffusione di un messaggio.

L'utilizzo sincronizzato dei due mezzi è il modo migliore per ottenere un effetto più devastante e veloce, rispetto all'utilizzo di un singolo strumento di diffusione.
Perché avviene questo?
Basta pensare che tutti quanti ascoltiamo la radio, e quando un messaggio viene trasmetto, se c'è curiosità le persone andranno a cercare su internet informazioni riguardanti quell'evento.
Oppure, molte persone ascoltano la radio mentre lavorano, e se utilizzano un computer è più facile che dopo aver ascoltato il messaggio facciano immediatamente una ricerca.

Quindi ciò che viene introdotto attraverso la radio viene poi completato attraverso una ricerca web.
Molte aziende che possono permetterselo, riescono a sfruttare anche più di due canali per la diffusione di uno spot. In primo luogo gli spot televisivi, poi cartelloni pubblicitari, radio e internet, con i quali supportano maggiormente il primo canale di diffusione.
Vien da se che tale dispendio di energie e mezzi comporta una spesa non indifferente, e a meno che non possediate anche voi un'azienda grossa e famosa che può permettersi tali cifre, è meglio soffermarsi a due soli canali di diffusione.
Che vanno comunque bene se si tratta di sponsorizzare qualcosa di piccolo.

Costo di uno spot pubblicitario via radio

Ora soffermiamoci sull'aspetto più interessante di tutta la questione, e il motivo principale dell'articolo: l'aspetto economico.
C'è da dire che la pubblicità in radio non è costosa, se paragonata a quella che viene fatta in televisione. Diffatti quest'ultima richiede dei costi di produzione non indifferenti, e costi per spazi pubblicitari piuttosto elevati.
A differenza di uno spot pubblicitario trasmesso in televisione, quello in radio costa sensibilmente di meno. Difatti per un messaggio di trenta secondi circa il costo può variare da poche decine di euro a qualche centinaio. Bisogna inoltre considerare la copertura dello spot, se sarà a livello nazionale, regionale, provinciale ecc... quindi dalla sua copertura geografica, da quella dell'ente radiofonico, dall'audiance di quest'ultimo, e quindi dagli ascolti giornalieri. Questo se si parla di uno spot pubblicitario normale e senza troppi fronzoli, trasmesso dallo speaker.
Se invece si è orientati a qualcosa di più professionale, quindi ci si dedica di più alla creatività scegliendo le voci, le musiche e il tipo di diffusione, allora la cifra può variare dai 100 euro a qualche migliaio di euro.
Tutto sommato, se paragonato ad uno spot televisivo, fare pubblicità in radio è piuttosto conveniente e in alcuni casi può arrivare meglio e più in fretta alle persone.

Copyright © Stazioni Radio 2017 | Mosaico Radio Online | Credits | Privacy Policy